L’assorbimento del ferro alimentare: cosa c’è da sapere

In alcuni paesi, la carne equina è considerata una prelibatezza. Tuttavia, molti consumatori attenti alla salute tendono ad evitare la carne rossa perché contiene alti livelli di acidi grassi saturi e colesterolo. Pertanto, è desiderabile avere prodotti animali che abbiano un basso livello di acidi grassi saturi. Tra le carni rosse, la carne di cavallo guadagna popolarità grazie alla sua delicatezza e ai potenziali benefici per la salute. La carne di cavallo è una fonte importante di omega-3 e ferro. Un regolare consumo di carne di equina può abbassare il colesterolo e aumentare i livelli di ferro nel sangue. Rispetto ad altre carni, è molto povera di acidi grassi saturi (SFA) ma ricca di acidi grassi polinsaturi (PUFA), indicando che il consumo potrebbe essere benefico per la salute. Pertanto, consumare regolarmente carne di cavallo rispetto ad altre carni rosse può migliorare il profilo degli acidi grassi dei globuli rossi. In conclusione la carne di cavallo, considerata un alimento nobile, è particolarmente indicata per le donne durante la gravidanza, per i bambini e gli sportivi. Il ferro contenuto nella carne di cavallo risulta altamente biodisponibile e può essere assorbito in proporzioni tre volte maggiori. Si distingue, inoltre, per il ridotto contenuto di grassi e per essere facilmente digeribile.
Referenze
  1. http://www.nabacarni.it/allegati/Poster_horse_meat_EN.pdf
  2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2882581/
  3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23025273
  4. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23025273