L’importanza degli integratori a base di acido folico

L’acido folico, chiamato anche vitamina B9 o folacina è una sostanza essenziale per l’uomo contenuta in diversi alimenti che, insieme alla vitamina B12, partecipa alla sintesi di DNA e di RNA e al metabolismo di vari amminoacidi.

Quali sono le conseguenze di una carenza di acido folico?

La carenza di acido folico può causare anemia ed è inoltre associata ad un aumento dei livelli di omocisteina. Tale effetto è correlato ad un maggiore rischio cardiovascolare. Studi recenti hanno dimostrato che l’impiego di integratori a base di acido folico riducono in modo significativo il rischio cardiovascolare attraverso una diminuzione dei livelli di omocisteina.
La carenza di acido folico è anche associata al declino cognitivo negli adulti e negli anziani. In studi recenti è stato dimostrato che soggetti in carenza di folati indotta da restrizione dietetica manifestano irritabilità, dimenticanza e insonnia. Questo perché i tessuti che necessitano di un turnover più frequente, come il tessuto nervoso, vengono sottoposti a gravi alterazioni funzionali. Tutti questi sintomi scompaiono entro le 48 ore successive all’assunzione di acido folico per via orale.
Inoltre, una carenza di folati durante la gravidanza può portare ad aborto spontaneo, distacco di placenta, malformazioni congenite e grave ritardo nel linguaggio nel nascituro.